Amico Fragile – 25 Marzo 2016

Mi sono preparato bene per questo primo giorno di scuola. Arrivo con la mia cartella, il mio quaderno, la penna e il grembiule che la maestra Anabel mi dice subito d’indossare. La maestra Pru sorride mentre gli altri bimbi giocano o disegnano su fogli colorati. Loro sono più piccoli, stanno all’asilo mentre io frequento già le classi elementari. Indosso il mio grembiule bleu ben allacciato dal primo all’ultimo bottone e siedo al mio banco. La maestra Anabel comincia con un dettato in inglese e io scrivo sperando di non commettere errori gravi. Quando il dettato viene corretto, tuttavia, le maestre notano una serie di errori. Potevo fare meglio, devo studiare di più, la maestra Anabel è giustamente inflessibile. Mi dice di alzarmi in piedi e di mettere le mani dietro la testa, mentre mi infligge qualche bacchettata sul sedere, come si usa nei più e seri e rigorosi college inglesi. Poteva andarmi peggio ma, poi, mi rifaccio con il problema di matematica. Stavolta sono davvero bravo e la maestra Pru me lo dice e lo scrive sul quaderno.
Arriva l’ora della ricreazione, della sospirata merenda che prepariamo noi seguendo le indicazioni culinarie delle maestre. Il mio dolce viene comunque buono, reso ancor più gradevole dal the che bevo quasi tutto di un sorso.
Ma è giù tempo di riprendere le lezioni e procedo con un compito d’italiano e con le tabelline. Sono davvero bravo e riscuoto altri complimenti dalle maestre. Sono davvero felice di questo primo giorno di scuola. Peccato solo non aver un compagno di banco. Dovremmo, comunque, fare i bravi e sentire quello che ci dicono le maestre senza farle arrabbiare. Altrimenti sono certo che ci metterebbero in castigo.
Alla fine ripuliamo la stanza e salutiamo le maestre già con il pensiero al prossimo giorno di scuola che, sicuramente, sarà ancora più emozionante

Leave a reply

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>